Instrukcja obsługi programatora giętarki typu cncs wersja 0 sommario



Pobieranie 0.7 Mb.
Strona25/25
Data07.05.2016
Rozmiar0.7 Mb.
1   ...   17   18   19   20   21   22   23   24   25

Legenda


Accostamento Posizionamento del rullo curvatore in modo che esso tocchi il profilato da curvare senza curvarlo.

Archimetro Strumento per la misurazione dei raggi di curvatura

Asse Dispositivo di azionamento o di lettura di un movimento atto ad eseguire un’operazione meccanica.

Autocompilazione Vedi Autoprogrammazione

Autoprogrammazione Programmazione automatica di curve predefinite in base a formule geometriche esistenti.

CNCS Unità di controllo del processo dei cicli automatici.

Collassamento Azione di un tubo o di un profilo tubolare quando esso subisce una schiacciatura vistosa.

Configurazione Vedi settaggio

Connettore Dispositivi elettrici di collegamento di cavi elettrici.

Display Visualizzatore

Encoder Misuratore angolare incrementale di quota per la lettura di posizionamenti di assi .

Enter Comando per inviare o confermare uno o più dati

File Archivio, programma, insieme di dati che costituiscono un programma o un profilato chiamato con un nome

Giratubi Dispositivo per la rotazione di tubi tondi per la curvatura su diversi piani.

Hardware Parti dalla macchina costituita da circuiti integrati, chip, consolle, elettrovalvole motori, microinterruttori.

Input Segnali di ingresso verso la consolle dei componenti hardware per il rilevamento di posizionamenti (encoder, microinterruttori, sensori ecc.)

Inverter Convertitore di frequenza per l’azionamento dei motori asincroni trifase e per la gestione delle loro velocità.

Multipassate Vedi Multipasso

Multipasso Programma per la realizzazione di curve eseguite in diverse passate.

Output segnali di uscita dalla consolle destinati all’azionamento dei motori, elettrovalvole, inverter ecc.

Posizionamento Azione da parte della macchina di portare un asse in posizione programmata

RESET Ripristino, azzeramento, portare un asse in posizione di origine.

Settaggio Predisposizione della macchina con alcuni parametri standard eseguiti dalla casa

Software Programma della macchina per gestirne e comandarne i componenti hardware

Sovrascrivere Azione da parte del computer di sostituire un vecchio file con uno più recente.

Teleassistenza Assistenza tramite intercollegamento di due computer in remoto tramite linea telefonica per mezzo di modem

Test Programma di controllo di hardware e software.

Timer Temporizzatore contatore di tempo

Utilità Parte del menù del programma per l’esecuzione o la visualizzazione di alcune opzioni di utilità

SEZIONE 11 - GIRATUBI AUTOMATICO



LEGENDA


A - VITE REGOLAZIONE ORIZZONTALE CARRO

A1 - VITE BLOCCAGGIO REGOLAZIONE ORIZZONTALE CARRO

B - VITE REGOLAZIONE VERTICALE CARRO

B1 - VITE BLOCCAGGIO REGOLAZIONE VERTICALE CARRO

C - SENSORI DI PROSSIMITÀ PER FERMO CORSA AVANTI E INDIETRO

D - CILINDRO PNEUMATICO PER LIBERARE CONTATTO MOTORE RITORNO CARRO

F - ENCODER LETTURA ROTAZIONE TUBO

G - MOTORIDUTTORE ROTAZIONE TUBO

H - ROTAIA SCORRIMENTO CARRO

I - VITI SBLOCCAGGIO FLANGIA BLOCCAPINZA

L - MOTORIDUTTORE RITORNO CARRO

M - INTERRUTTORE GENERALE BLOCCOPORTA

N - SPIA CORRENTE INSERITA

P - SPIA BLOCCO TERMICI

Q - RULLI SCORRIMENTO CARRO SU ROTAIA

R PINZA CHIUSURA TUBO

S VITI FISSAGGIO COLONNA CON BASE

T STAFFA DI FISSAGGIO ALLA MACCHINA

U FORI FISSAGGIO GIRATUBI AL PAVIMENTO

V DISPOSITIVO PNEUMATICO APERTURA CHIUSURA PINZA E BLOCCAGGIO CARRO

X CONNETTORE MASCHIO A 24 POLI

Z CONNETTORE A VASCHETTA A 9 POLI PER ENCODER ASSE “Z”


INSTALLAZIONE

Sollevamento e trasporto


Il giratubi automatico viene spedito in una cassa.

Esso deve essere inforcato dai segni indicati sulla parte bassa della cassa, oppure imbracato con dei cavi come indicato nelle figure.







La lunghezza della cassa é di circa 260 cm. Si raccomanda quindi di fare molta attenzione durante il trasporto ed il sollevamento di questa.

Raccomandiamo di sollevare la cassa il minimo indispensabile per effettuarne il trasporto (pochi centimetri) e di restare ad una distanza di sicurezza dal carico.

Disimballaggio e montaggio


La cassa deve essere aperta con l’ausilio di martello e palanchino.

Il giratubi ha una lunghezza utile di 6 metri ed é spedito in tre pezzi; la parte principale e due rotaie secondarie.

La parte principale dovrà essere montata per prima. Essa ha la cassetta elettrica montata sulla colonna si supporto, il carro montato sulla rotaia e il cingolo per il contenimento dei cavi e dei tubi.

Innanzitutto montare la parte principale sul lato predisposto della macchina.



  • Avvicinare la parte anteriore del giratubi.

  • Introdurre un tubo diritto in modo che sporga dalla macchina di circa 500 mm.

  • Sbloccare il carro estraendo i cunei di legno che bloccano lo scorrimento del carro sulla rotaia ed avvicinare il carro alla macchina.

  • Regolare in altezza la rotaia allentando le 8 viti ”S sulla colonna di supporto in modo che il tubo e la pinza “R” siano allineati sullo stesso asse (le regolazioni micrometriche possono essere fatte dai volantini A e B).

  • Fissare, con le apposite viti, la staffa “T” montata sulla parte anteriore della rotaia contro il lato della macchina sui fori filettati.

  • Regolare l’altezza della colonna posteriore della rotaia usando una livella in modo che la rotaia rimanga in piano.

  • Fissare le altre rotaie su quella principale facendo attenzione a mantenere la completa rotaia in orizzontale.

  • Controllare con un tubo lungo che esso sia in asse con la pinza anche con il carro posizionato in fondo al giratubi.

  • Portare nuovamente il carro vicino alla macchina ed effettuare le regolazioni fini tramite i volantini “A” e “B”.

  • Bloccare la posizione dei volantini A e B tramite le manopole “A1” e “B1”.

  • Fissare il giratubi al pavimento con opportuni tasselli tramite i fori “U”.


ALLACCIAMENTO E COLLEGAMENTI


Il giratubi non ha un collegamento alla linea di alimentazione esterna.

Esso riceve la tensione di alimentazione direttamente dal connettore “X” a 24 poli della macchina.

E’ quindi sufficiente collegare il connettore “X” a 24 poli per dare tensione alla macchina e posizionare l’interruttore generale su 1. La spia bianca “N” si accende per segnalare la tensione; la spia rossa si accende per segnalare la mancanza di pressione nel circuito pneumatico.

Collegare il connettore a vaschetta a 9 poli “Z” per la lettura dei segnali dell’encoder asse “Z”.

Per dare corrente ai circuiti ausiliari occorre premere il pulsante di ripristino ausiliari posto nell’armadio elettrico della macchina.

Controllare la presenza di olio di lubrificazione dell’impianto pneumatico nel bicchiere del dispositivo “V”.

Collegare il tubo dell’aria compressa all’attacco rapido del dispositivo pneumatico “V” ed aprire il rubinetto.

La pressione di esercizio deve essere 5 Bar.

Se la pressione é sufficiente la spia rossa “P” si spegne.

REGOLAZIONE SENSORI DI PROSSIMITÀ

SENSORI LIMITAZIONE CORSA CARRO


La corsa del carro é limitata da 2 sensori di prossimità “C”, uno nella parte anteriore ed uno nella parte posteriore del carro.

Durante la corsa del carro i sensori intercettano 2 piastre di metallo poste una in prossimità alla macchina e l’altra verso il fondo del giratubi. Queste piastre sono regolabili nella loro posizione lungo la rotaia.

La posizione dei sensori di prossimità “C” deve essere tale che durante lo scorrimento del carro essi sfiorino le piastre di metallo e passino ad una distanza di circa 1 mm.

Raccomandiamo di non regolare il sensore troppo vicino poiché, l’eventuale collisione con la piastra di metallo ne causerebbe la rottura.



La regolazione delle piastre di metallo lungo la rotaia, deve essere fatta tenendo presente che il carro ha un’inerzia. Quindi occorre tenere presente che, quando la piastra intercetta il sensore il carro avanza (o indietreggia) ancora per qualche centimetro.

Il sensore C2 ha la sola funzione di bloccare la corsa del carro quando esso torna in posizione di ripristino per essere pronto per eseguire il prossimo ciclo di curvatura.

Il sensore C1 ha una doppia funzione: la prima é quella di abilitare l’apertura della pinza “R”, la seconda é quella di comandare il ritorno del carro fino all’intercettazione del sensore C2.

La piastra di metallo posteriore si può regolare in base alla lunghezza del tubo da curvare per evitare che il carro, durante il suo ritorno percorra tutta la lunghezza di 6 metri.

E’ importante in ogni caso che la piastra posteriore consenta una comoda manovra per l’introduzione del tubo nella pinza.


REGOLAZIONE SENSORE CHIUSURA PINZA


Un terzo sensore di prossimità “E” ha la funzione di sentire l’introduzione del tubo nella pinza per abilitarne la chiusura.

Il tubo infatti agisce su un anello montato sul supporto della pinza il quale eccita il sensore di prossimità “E” che ha la funzione di chiudere la pinza pneumatica per bloccare il tubo.

Anche in questo caso la regolazione, eseguita dalla casa costruttrice durante il collaudo, non deve essere troppo vicina all’anello per evitare la rottura in caso di collisione.

COLLAUDO


Una volta effettuati i collegamenti occorre eseguire un collaudo, prima di rendere operativo il giratubi abbinato alla macchina.

Il collaudo consiste nel controllare i seguenti comandi della macchina:



  • Chiusura/Apertura Pinza.

  • Sbloccaggio carro e avanzamento libero per l’intera corsa.

  • Intercettazione sensore e ritorno carro per l’intera corsa.

  • Intercettazione sensore ed arresto carro.

Per effettuare i suddetti controlli agire secondo quanto segue:

  • innanzitutto occorre essere certi di aver dato corrente tramite l’interruttore generale della macchina ed il pulsante di ripristino ausiliari.

  • Inoltre occorre essere certi che l’impianto pneumatico sia in pressione (5 bar). La spia rossa “P” deve essere spenta.

  • Controllare inoltre che l’intera rotaia sia libera ed evitare di appoggiare oggetti come stracci, chiavi, cacciaviti ecc.

  • Preparare uno spezzone di tubo lungo circa 300 mm. del diametro della pinza.

  • Introdurre lo spezzone di tubo nella pinza “R” a fondo, in modo che la spinta vinca la pressione della molla e il sensore “E” abiliti la chiusura pneumatica della pinza. (Tenere il tubo spinto contro la molla fino alla completa chiusura della pinza). L’avvenuta chiusura della pinza é segnalata da un spia rossa posta sulla consolle del giratubi.

  • Impugnare il tubo e traslare manualmente il carro dal fondo del giratubi fino al sensore “C1”.

  • Una volta raggiunto il sensore “C1” controllare che esso esegua i seguenti comandi:

  1. aprire la pinza per liberarne il tubo.

  2. Portare la ruota del motoriduttore “L” a contatto con la rotaia.

  3. Abilitare la corsa di ritorno tramite il motoriduttore “L” fino al sensore “C2”.

  4. Controllare che la corsa di ritorno del carro attivi una segnalazione visiva lampeggiante ed una sonora.

  • Reintrodurre il tubo nella pinza come descritto precedentemente.

  • Tramite il pulsante verde posto sulla consolle del giratubi liberare il tubo aprendo la pinza.

Vedere disegno nella prossima pagina


LEGENDA


  1. PULSANTE LUMINOSO APERTURA PINZA

  2. SPIA ROSSA CHIUSURA PINZA

  3. PULSANTE DI EMERGENZA A RITEGNO MECCANICO

  4. SEGNALAZIONE LUMINOSA DI RITORNO DEL CARRO

  5. PULSANTE MULTIDIREZIONALE DI ARRESTO DI SICUREZZA.

OPERATIVITÀ CON LA CURVATRICE


Questo dispositivo giratubi é stato studiato é progettato per consentire un facile e veloce caricamento del tubo e consentire tempi morti minimi.

Tale giratubi consente il caricamento del tubo dal fianco e, durante lo scarico del pezzo da parte della macchina, il carro predispone già per il caricamento della barra successiva.


CICLO AUTOMATICO


Per eseguire il ciclo automatico, una volta programmata la macchina, operare come segue:

Introdurre la barra di lunghezza idonea al programma del ciclo di lavoro.

Controllare che essa sia ben chiuso nella pinza.

Impugnare il tubo circa a metà lunghezza e portare manualmente il tubo sui rulli trascinatori.

Premere il tasto “AUTO” sulla consolle del CNCS per eseguire il programma.

PRECAUZIONI


E’ assolutamente vietato modificare parti meccaniche elettriche o idrauliche della macchina o del giratubi.

Qualsiasi modifica deve essere eseguita da personale specializzato secondo le norme antinfortunistiche e dietro autorizzazione scritta della casa costruttrice del giratubi.



ATTENZIONE:

L’APPLICAZIONE DI ALTRI MACCHINARI PER RENDERE LA MACCHINA AUTONOMA COME CARICATORI DI BARRE, ROBOT, ED ALTRI SISTEMI OBBLIGANO LA SEGREGAZIONE COMPLETA DELL’INTERO IMPIANTO, TRAMITE BARRIERE O TRANSENNE A PROTEZIONE ELETTRICA.

Ogni operazione sulla macchina deve essere eseguita nel massimo della sicurezza per l’incolumità’ personale e di terzi.

L’operatore deve agire sulla macchina da solo salvo durante operazioni di montaggio/smontaggio rulli ed attrezzature con macchina scollegata.

Il dispositivo giratubi viene sempre fornito unitamente alla macchina.

Esso non può’ essere usato ne alimentato da solo.

DATI TECNICI




ALIMENTAZIONE

10 V a.c. 50-60 Hz 20 VA

DISPLAY


Alfanumerico a cristalli liquidi retroilluminato, 16 caratteri x 2 righe

dimensioni display : 100 x 25 mm.

dimensioni digit : 8 x 4.84 mm.


TASTIERA

42 tasti con funzione singola + 9 tasti con doppia funzione

CONFIGURAZIONE

I/O STANDARD


6 uscite a relè (contatto 1 A a.c. 120 V a.c. protetto da varistori)

3 uscite analogiche 0 > 10 V d.c. per inverter

6 ingressi digitali da microswitch

1 ingresso da encoder con impulso di zero

1 ingresso da encoder senza impulso di zero


CONFIGURAZIONE

I/O MASSIMA



12 uscite a relè (contatto 1 A a.c. 120 V a.c. protetto da varistori)

3 uscite analogiche

0 > 10 V d.c. per inverter

12 ingressi digitali per microswitch

2 ingressi da encoder

con impulso di zero

2 ingressi da encoder

senza impulso di zero

porte seriali RS232 - RS422 - RS485

con protezione



MEMORIA PROFILATI

40 profilati con 30 coppie di coordinate

MEMORIA PROGRAMMI

40 programmi da 100 passi caduno

DIMENSIONI (largh. x altezza)

378 X 158



1Indurimento del materiale dovuto alla permanenza in magazzino a diverse temperature e condizioni ambientali




1   ...   17   18   19   20   21   22   23   24   25


©absta.pl 2019
wyślij wiadomość

    Strona główna